Guida completa al tiragraffi

Guida completa al tiragraffi

In questa nostra guida troverai tutte le informazioni più importanti sul grattatoio, trespolo o tiragraffi per gatti.

Quella che stai per leggere è la guida definitiva al tiragraffi. Se, come dicono, gli animali da compagnia assomigliano ai loro padroni, allora sarai sicuramente una persona tanto curiosa, quanto pigra. Lo scopo di questo articolo è proprio quello di soddisfare il tuo desiderio di sapere, nel modo più facile, veloce e chiaro possibile. Di seguito, troverai tutte le informazioni più importanti sul grattatoio, trespolo o tiragraffi per gatti.

Mettiamola così: se Amleto avesse letto questo articolo, alla domanda “comprare o non comprare un tiragraffi?”, avrebbe risposto senza battere ciglio. Che poi, Amleto è un nome perfetto per un gatto, no?

L’indice qui sotto ti aiuterà a navigare la guida al tiragraffi, e raggiungere in modo immediato l’informazione che stai cercando:

Cos’è un tiragraffi

Partiamo dalle basi: il tiragraffi è un oggetto sul quale il gatto affila le sue unghie. Dal punto di vista del felino, qualsiasi superficie che opponga la giusta resistenza sotto i cuscinetti è da considerarsi tale: il bracciolo del divano, la cornice della porta in legno, il tappeto, le tende. Dal punto di vista dell’umano spazientito, invece, il tiragraffi non è altro che un palo ricoperto di corda, un pezzo di cartone, o un tappeto di iuta. 

I tiragraffi variano in consistenza, altezza e resistenza, fattori che possono fare la differenza per il tuo micio. Leggi la nostra classifica dei migliori tiragraffi sul mercato e assicurati di scegliere quello giusto. 

Il tiragraffi serve al gatto per farsi le unghie e sentirsi al sicuro.
Il tiragraffi permette al gatto di farsi le unghie, allungarsi e marcare il territorio.

A cosa serve un tiragraffi

Se ti stai chiedendo “a cosa serve il tiragraffi?” probabilmente fai parte di uno di questi tre gruppi: a) persone candide, solari, che non hanno ancora un gatto; b) pochi eletti, spesso accusati di aver fatto un patto col diavolo, le unghie dei cui gatti non si accaniscono su ogni  superficie tessile della casa; c) seguaci di un Feng Shui alternativo che prevede un arredamento minimalista, privo di mobili, porte o battiscopa.

Il tiragraffi permette al gatto di affilarsi gli artigli. Nell’eseguire questo esercizio, il micio, elimina le parti morte dell’unghia, allunga muscoli ed articolazioni, e rilascia feromoni interdigitali felini dai cuscinetti delle zampe. Questi ultimi non sono altro che odori utilizzati dal gatto per marcare il territorio e per rendere proprio un determinato spazio, sentendosi così più al sicuro. Per questo motivo i felini tendono a farsi le unghie sempre negli stessi punti, come, guarda caso, lo schienale della vostra poltrona stile ‘800, ed è qui che entra in scena il protagonista della nostra storia: Mr. Tiragraffi.

Il tiragraffi serve a rendere più felice e rilassato il tuo micio, a farlo sentire a casa, ma anche a salvare i tuoi preziosi mobili. È l’eroe di gatti e gattari, paladino del graffio, ed eterno difensore delle sedie impagliate. Troppo? Eppure, se introdotto fin da subito, il tiragraffi può prevenire costose sfilacciature e conseguenti giramenti di “gomitoli”.  Senza ulteriori indugi, quindi, addentriamoci nella guida al tiragraffi e scopriamo che requisiti fondamentali deve avere il tiragraffi perfetto.

Il tiragraffi aiuta il tuo gatto a sentirsi a casa.
Grazie al tiragraffi, il tuo micio si sentirà al sicuro e più rilassato.

Le diverse tipologie di tiragraffi

La scelta del tiragraffi può risultare difficile vista la vasta gamma di possibilità. Si va dai più costosi e di design ai più semplici tubi di cartone accessibili a tutti, ma non temete, sono tutti soddisfacenti per gli artigli dei vostri felini. Prima di passare ad un elenco dei migliori tiragraffi, vediamone qui sotto le principali categorie.

I tiragraffi possono svilupparsi in verticale o in orizzontale.

Tiragraffi verticaliTiragraffi orizzontali
Tiragraffi a colonna semplici
Tappeti di sisal o corda
Tiragraffi a più piani (talvolta raggiungono il soffitto)Tavole di cartone (a volte a forma di onda per consentire al gatti di stiracchiarsi al meglio)
Tiragraffi multifunzionali o “condominiali (con cucce, scalette, giochi)

Nonostante preferisca allungarsi in verticale, il gatto si fa le unghie anche in orizzontale; lo avrai notato nella tipica posizione con le zampe anteriori in avanti e il sedere all’insù. Per questo motivo, ti consigliamo di munirti di entrambe le tipologie di tiragraffi.

I migliori tiragraffi per il tuo gatto

A questo punto non ti resta che procedere all’acquisto, ma quale tiragraffi scegliere per il tuo gatto? Qui sotto trovi la top 3 dei nostri tiragraffi preferiti, in ordine dal più costoso al più accessibile. Per una scelta più ampia, ti rimandiamo invece alla nostra classifica dei migliori tiragraffi sul mercato

Migliore tiragraffi sotto i 100 euro

I gatti amano osservare i propri sudditi (sì, sempre tu) dall’alto ed è per questo che il tiragraffi da soffitto di Feandrea occupa il primo posto della nostra classifica. Si tratta di un vero e proprio parco giochi per gatti, con due cucce chiuse, tre mensole e due amache morbidose. Per affilare le sue unghie, il gatto dispone di diverse colonne coperte di corda, oltre ad una scaletta. Infine, grazie al fissaggio a pressione, questo tiragraffi monumentale resiste anche agli agguati più violenti. Consigliamo questo tiragraffi soprattutto a chi a più gatti in casa.

Dettagli:

colore: grigio scuro o chiaro e beige

materiale: sisal, peluche e cartone

dimensioni: 60 x 45 x 240-260 cm

peso: 19 Kg

ProContro
Massima stabilitàPiuttosto ingombrante
Ottime rifinitureAltezza massima 260 cm
Completo di cucce

Migliore tiragraffi sotto i 50 euro

Un originale Amazon Basics questo tiragraffi a colonna con base di legno: semplice, poco ingombrante, ma perfetto anche per i gatti di taglia grande. La torretta è infatti alta ben 89 cm. Il grattatoio è avvolto da corda in fibra naturale di iuta e presenta, in cima, un piccolo appoggio per i mici più spavaldi. Inoltre, la pesante base di legno aiuta a stabilizzare al meglio il tiragraffi.

Dettagli:

colore: beige e legno

materiale: legno e corda

dimensioni: 40,6 x 40,6 x 89 cm

peso: 7,3 kg

ProContro
Facile da montarePallina di peluche si stacca facilmente
Dimensioni ridotte
Design elegante

Migliore tiragraffi sotto i 20 euro

Completamente cosparso di catnip, questo tiragraffi Riijk in cartone diventerà ben presto il migliore amico del tuo gatto. C’è poco da dire, basta toglierlo dall’involucro e poggiarlo a terra. Il tiragraffi è dotato di gommini antiscivolo e di una pallina con sonaglio per intrattenere il micio. Se stai comprando un tiragraffi per il tuo primo gatto, questo è quello che fa per te. Spenderai poco e capirai in poco tempo quali sono le preferenze del tuo amico peloso.

Dettagli:

colore: marrone

materiale: cartone ondulato

dimensioni: 45 x 23 x 10 cm

peso: 420 g

ProContro
EconomicoBrandelli di cartone potrebbero sporcare il pavimento
Poco ingombrante
Pronto all’uso

Come costruire un tiragraffi fai da te

Forse in questa guida al tiragraffi non hai trovato quello che fa al caso tuo. Non temere, abbiammo un’ultima opzione per te. Il tiragraffi fai da te. Se vuoi cimentarti nel costruire un tiragraffi, oltre alla mia totale ammirazione, voglio darti anche due video tutorial a cui fare riferimento, per rendere l’impresa più facile.

Colonna tiragraffi semplice con base rettangolare

In questo video molto chiaro, la Youtuber Crea con Hippy Witch spiega come realizzare un tiragraffi classico a colonna. L’esperta di fai da te sa come rendere il processo molto chiaro, e ti assicuro che con lei sarete in buone mani!

Tiragraffi orizzontale con materiali di riciclo

Questo è senz’altro il tutorial per un tiragraffi più semplice che abbiamo mai visto. Il tutto si può realizzare con il cartone che avete in casa, a partire dalla confezione della pizza d’asporto. Se poi non ne hai a portata di mano, è un ottima scusa per ordinare una margherita a domicilio! Il video di Cat Lessons è molto facile da seguire nonostante le spiegazioni siano in inglese.

Questi sono solo un paio di esempi tra i più facili che abbiamo trovato. Naturalmente ce ne sono molti altri, che permettono di costruire veri e propri castelli per il vostro micio. La miglior fonte per i tutorial rimane, come sempre, il buon vecchio YouTube.

Come abituare il gatto ad usare il tiragraffi

Non sarebbe una guida completa al tiragraffi senza qualche istruzione per l’uso. Disponi già di un tiragraffi, fai da te o fai da amazon che sia, solo che non riesci a convincere il tuo micio ad utilizzarlo al posto del divano. Prima di buttarlo nel secco (il tiragraffi, mai il gatto), prova a strofinarlo con del catnip, vedrai il tuo gatto avvicinarsi di corsa e con le pupille dilatate. Se questo rimedio veloce non dovesse funzionare, non preoccuparti, potrai abituare il gatto ad usare il tiragraffi gradualmente, seguendo i nostri consigli

Conclusione

Eccoci giunti così alla fine di questa esaustiva guida al tiragraffi. Forse l’hai letta per scoprire di più su questo meraviglioso oggetto. Forse ti è finita tra le mani mentre cercavi il migliore tiragraffi per il tuo micio. In ogni caso, dal potere conferitoci dalle profondità dell’internet, ti nominiamo Membro Onorario dell’Ordine dei Tiragraffi! Ora puoi fregiarti di sapere tutto in materia, ma siamo sicure che hai ancora molte curiosità da soddisfare. Altri nostri articoli potrebbero fare al caso tuo. Dopotutto, la curiosità è gatta!